Omega Co-Axial 9300/9301 – Novità Baselworld 2011 Eta Movement Replica

Comunicato stampa

Calibro Co-Axial 9300/9301

Il calibro OMEGA Co-Axial 9300/9301 rappresenta la fase più recente, nonché decisiva, della rivoluzione sul fronte dell’orologeria meccanica avviata nel 1999 con il lancio, da parte di OMEGA, dello scappamento Co-Axial: oltre a garantire straordinarie prestazioni, è infatti il primo, fra gli esclusivi calibri Co-Axial realizzati internamente dalla Maison, a incorporare una funzione cronografica.

L’innovativo cronografo con ruota a colonna è dotato di lancette delle 12 ore e dei 60 minuti posizionate sul medesimo sottoquadrante al 3. Questa disposizione familiare delle lancette, che ricorda quella delle ore e dei minuti sul quadrante principale, consente una lettura intuitiva del cronografo. Il movimento è inoltre dotato di lancetta cronografica dei secondi, posizionata al centro, e di una lancetta dei piccoli secondi sul sottoquadrante al 9.

Omega Co-Axial 9300/9301 – Novità Baselworld 2011

I due pulsanti cronografici funzionano secondo modalità totalmente indipendenti, salvaguardando il meccanismo cronografico dai rischi risultanti da manipolazioni involontarie.

La scelta di non pubblicizzare la ricerca era dovuta alla necessità di non cedere a lusinghe commerciali o di sponsorizzazione, in quanto l’orologio prescelto doveva essere un vero strumento scientifico e non un comprimario della missione.I 10 orologi acquistati furono: Elgin, Benrus, Hamilton, Mido, Piccard, Gli Omega Replica Bulova, Rolex, Longines, Gruen.Di questi solo 3 vennero selezionati per essere sottoposti ad una serie massacrante di 11 test: Omega Speedmaster, Rolex Daytona e Longines Wittnauer.Durante lo svolgimento dei test Rolex Daytona registrò due arresti della marcia, e precisamente in corrispondenza della prova di umidità relativa e a quella ad alta pressione.Longines Wittnauer subì invece la deformazione del cristallo sia durante la prova ad alta pressione che durante il test di decompressione.Omega Speedmaster fu l’unico orologio a non registrare anomalie sostanziali e a non aver mai cessato il funzionamento.Dopo l’adozione da parte della Nasa, Omega Speedmaster ebbe il battesimo nello spazio il 7 ottobre 1962 al polso dell’astronauta Walter Schirra.Naturalmente la pagina epica fu scritta il 20 luglio 1969 alle ore 02:56 GMT, quando Omega Speedmaster approdò sulla Luna, ma non al polso di Neil Aermstron come si potrebbe supporre, bensì a quello di Buzz Aldrin.

Come gli altri movimenti Co-Axial realizzati internamente da OMEGA, il calibro 9300/9301 è impreziosito da motivi decorativi noti come “Côtes de Genève in Arabesque”.

La funzione di fuso orario del movimento consente di impostare la lancetta delle ore senza fermare l’orologio, una caratteristica particolarmente utile per i viaggiatori.

Il calibro è anche dotato di una spirale in silicio, materiale antimagnetico e dunque insensibile ai campi magnetici. Questa qualità, abbinata all’ottimo coefficiente di resilienza del silicio, consente alle spirali, incise su un wafer di questo materiale, di garantire prestazioni cronometriche nettamente superiori. Il silicio vanta anche un’influenza assai ridotta sulla fatica e un coefficiente di logoramento altrettanto ridotto. La straordinaria affidabilità risultante dall’abbinamento fra tecnologia Co-Axial e spirale in silicio è tale da consentire a OMEGA di offrire una garanzia quadriennale con copertura totale dei rischi sugli orologi Co-Axial dotati di tale dispositivo.

Scappamento Co-Axial OMEGA

Nel 1999, il lancio dello scappamento Co-Axial da parte di OMEGA ha attirato l’attenzione dell’intero settore orologiero: si trattava infatti del primo nuovo scappamento orologiero funzionale ideato da quasi 250 anni. I componenti dello scappamento Co-Axial differiscono considerevolmente da quelli dello scappamento ad ancora svizzero che da tempo rappresentava lo standard del settore: essi consistono infatti di un bilanciere con una platina e un perno d’impulso, di un’ancora dotata di tre platine e di una ruota di scappamento coassiale a tre livelli comprendente la ruota coassiale, il pignone coassiale e il pignone della trasmissione, che funge da collegamento alla ruota intermedia e all’ingranaggio.

Vantaggi dello scappamento Co-Axial

I vantaggi offerti da questo modello risultano evidenti se lo si confronta con lo scappamento ad ancora svizzero.

In qualsiasi scappamento orologiero, l’energia deve essere trasmessa al bilanciere, consentendogli così di mantenere una frequenza costante. Nello scappamento ad ancora svizzero, i denti della ruota strisciano lungo la superficie inclinata della platina: questo sfregamento genera un considerevole attrito, comportando la necessità di un’abbondante lubrificazione ai fini di un corretto funzionamento del dispositivo. Lo scappamento Co-Axial OMEGA, invece, trasmette l’energia attraverso impulsi radiali. La ridotta estensione delle superfici di contatto e il movimento di spinta comportano, rispetto allo sfregamento dello scappamento ad ancora, una riduzione considerevole dell’attrito, con conseguente diminuzione della necessità di lubrificante e della frequenza di manutenzione.

Omega Co-Axial 9300-9301 – Meccanismo cronografo

Gli impulsi, in senso sia orario che antiorario, dello scappamento ad ancora svizzero, sono indirettamente generati dalla ruota di scappamento, passando dall’ancora al bilanciere e comportando una notevole perdita di energia. L’impulso in senso orario dello scappamento Co-Axial OMEGA viene impartito direttamente alla platina sul disco del bilanciere dai denti della ruota di scappamento: di conseguenza, lo scappamento Co-Axial è in grado di garantire una maggiore efficienza meccanica, con conseguente incremento di precisione e stabilità.

Scappamento Co-Axial e bilanciere a spirale libera

Lo scappamento Co-Axial OMEGA prevede l’utilizzo di un bilanciere a spirale libera. Invece di ricorrere alla racchetta per variare la lunghezza attiva della spirale, è possibile regolare il ritmo di marcia dell’orologio semplicemente modificando il momento d’inerzia del bilanciere: quest’operazione viene effettuata mediante microviti in oro inserite nel bilanciare medesimo, di forma circolare. L’abbinamento fra scappamento Co-Axial e bilanciere a spirale libera consente di migliorare la resistenza agli urti e di evitare interferenze.

Mentre alcuni fra i vantaggi offerti dallo scappamento Co-Axial OMEGA sono immediatamente riscontrabili, altri, come la minor frequenza degli interventi di manutenzione e le eccezionali prestazioni cronometriche sul lungo periodo, risulteranno evidenti con il passare del tempo.

Un cronografo per il XXI secolo

Il calibro Co-Axial 9300/9301 ribadisce l’impegno di OMEGA nei confronti dell’innovativa tecnologia originariamente introdotta nel 1999. Con la sua funzione cronografica con ruota a colonna, straordinaria affidabilità e garanzia quadriennale, questo dispositivo mantiene la promessa fatta dal suo inventore, l’orologiaio inglese George Daniels, secondo cui la tecnologia Co-Axial avrebbe “garantito la popolarità degli orologi meccanici fino e oltre il XXI° secolo “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *